Percorso di formazione lavoro finalizzato all’inclusione sociale, rivolto a portatori di disagio psico-sociale

Grazie al sostegno e contributo della Fondazione CRASTI - il Progetto “Percorso di formazione lavoro finalizzato all’inclusione sociale, rivolto a portatori di disagio psico-sociale” si è svolto correttamente ed è stato portato a termine nonostante la contingenza dovuta alla pandemia da Covid 19. I tempi di realizzazione del progetto sono slittati rispetto a ciò che era stato preventivato (dal 31 gennaio al 30 giugno 2021) a causa delle contingenti restrizioni imposte dall'emergenza sanitaria Covid 19.

 

Nonostante le difficoltà derivanti dallo stato di emergenza sanitaria e le conseguenti restrizioni, è stata somministrata online la necessaria formazione ed informazione in materia di sicurezza come da D.lgs. 81 del 2008, con acquisizione di parere del medico di medicina del lavoro in relazione alle mansioni programmate. Gli utenti/nostri assistiti in quanto portatori di disabilità intellettiva di vario grado, hanno difficoltà attentive, quindi sono stati creati dei facilitatori comunicativi per meglio far fissare ed elaborare i concetti trasmessi. Quando poi le restrizioni hanno permesso la formazione in presenza sul campo, sono stati organizzati incontri di training pratico sulla coltivazione di ortaggi in serra e a cielo aperto, sulla manutenzione e cura di alberi da frutta, pulizia e manutenzione del verde, riciclaggio degli sfalci e dei residui alimentari in compostiera con il fine di produrre concime biologico, minuta manutenzione edile mediante l'addestramento all'utilizzo degli attrezzi da lavoro, al loro riordino ed alla loro manutenzione. 

Il nostro orto .jpg
Criselide .jpg

Questo secondo step si è svolto in ambiente protetto e in terreno e immobili della cooperativa La Città del Sole scs presso la comunità socio assistenziale Il Gelso

Il risultato atteso del terzo step è stato raggiunto, poiché:

- un ragazzo, disabile intellettivo formato è stato inserito in un luogo di lavoro afferente al mondo del privato (in un maneggio) sempre sul territorio montigliese, e a contatto con il reale mondo del lavoro, dove attualmente svolge ancora il tirocinio retribuito,  ed è in fase preassuntiva;

- una ragazza disabile di sesso femminile che è stata assunta con regolare rapporto di lavoro da una Cooperativa Sociale con sede operativa in Asti, Frazione Sessant;

- un uomo proveniente dal circuito della dipendenza da sostanze, dopo l’adeguata preparazione mediante tirocinio, è stata da noi assunto a tempo pieno ed a tempo indeterminato nel nostro settore B con il ruolo di operaio semplice addetto alle minute manutenzioni.

I tirocinanti stanno spendendo adeguatamente gli skills raggiunti durante lo svolgimento del progetto per il quale abbiamo richiesto il contributo.

Serre .jpg

Tutti gli altri ragazzi e ragazze che hanno partecipato al percorso svolgono attività di supporto e aiuto nelle serre e nell'orto della comunità, sempre affiancati dalla figura dell'educatore professionale. Come già premesso in fase di presentazione di progetto, la Cooperativa Sociale La Città del Sole scs  possiede un settore B (inserimento lavorativo ai sensi della L.381/91, art. 4), regolarmente registrata  negli albi della Regione Piemonte. Alla luce dell’esperienza acquisita, mediante l’attività orticola abbiamo somministrato ai discenti metodo, coerenza e tenuta nel tempo e nello spazio, problem solving, rispetto delle gerarchie.